Web Content Viewer (JSR 286) 15min

Azioni
Caricamento...
primavera

L'APPROFONDIMENTO - È arrivata (finalmente) la primavera.

È arrivata (finalmente) la primavera. Le giornate si allungano, le temperature diventano giorno dopo giorno sempre più miti e aumentano così le occasioni per passare del tempo all’aria aperta, per praticare sport o per andare alla scoperta dei luoghi più suggestivi della Lombardia.

 

Ville e giardini


La primavera è la stagione ottimale per andare alla scoperta delle ville e dei giardini botanici che riaprono le porte al pubblico dopo i rigori dell’inverno. Tra i più amati appuntamenti primaverili c’è la fioritura dei giardini di Villa Carlotta sul lago di Como, celebre per le antiche camelie e le rigogliose azalee. Ma non solo. Il parco della villa (circa 8 ettari visitabili) è luogo di grande fascino, non solo per la posizione panoramica ma anche per l'armonica convivenza di stili, la ricchezza di essenze, le suggestioni letterarie che ne fanno una meta imperdibile per chi vuole visitare il lago di Como.

Evento clou del mese di aprile è la fioritura delle camelie (alcune assai rare) che impreziosiscono Villa Carlotta con macchie compatte di colori. Per festeggiare questo spettacolo della natura, sono stati organizzati una serie di appuntamenti per scoprire qualcosa in più su questo fiore, pieno di significati ed eleganza.

Sabato 8 aprile, visita guidata alla collezione camelie storiche a cura di Paolo Cottini (ore 11)

Domenica 9 aprile, concerto “La Traviata in salotto”, concerto eseguito dall’Orchestra cameristica di Lombardia

I tè della Principessa Carlotta (2 9 – 17 – 23 aprile) sono previsti tre slot con tre assaggi di tre tipi diversi di tè da Taiwan, Cina e India.

Per informazioni su questi eventi speciali potete visitare il sito internet di Villa Carlotta o scrivere a eventi@villacarlotta.it.


I mesi di aprile e maggio (in cui fioriscono camelie ed azalee) rappresentano senza dubbio il periodi migliore per visitare Villa Carlotta e i suoi giardini, anche per le persone con disabilità. “Villa Carlotta ha sviluppato nel corso degli ultimi anni diversi progetti per garantire l'abbattimento delle barriere architettoniche e rendere fruibile a tutti il proprio patrimonio storico artistico e botanico”, si legge sul sito. La presenza di due impianti di risalita esterni permette a tutti di accedere al primo e al secondo livello del giardino. Inoltre, l’introduzione di salva ghiaia lungo i viali ha permesso di ridurre la difficoltà di percorrenza durante la visita. Anche all'interno del museo un ascensore permette a tutti di raggiungere il secondo piano e proseguire così la propria visita.

Per informazioni: www.villacarlotta.it

 

Arte per tutti nei musei di Milano


E in caso di pioggia? Niente paura! Per gli amanti dell’arte i principali musei lombardi offrono mostre imperdibili. A Palazzo Reale di Milano è possibile visitare “About Art”, la mostra dedicata al pittore Keith Haring, che espone fino al 18 giugno decine di tele dell’ironico pittore americano, molte delle quali inedite o mai esposte in Italia. Gli amanti dell’impressionismo, invece, potranno ammirare una selezione di opere provenienti dal Musée d’Orsay di Parigi raccolte sotto il titolo “Edouard Manet e la Parigi moderna” (fino al 2 luglio).


Informazioni sull’accessibilità
Ingresso ridotto per persone con disabilità e gratuito per l’accompagnatore.

È possibile raggiungere Palazzo Reale con diversi mezzi di trasporto (Tram 2,3,14,15,16,19,23,24, M1 e M3 – fermata Duomo). Chi si muove in automobile può parcheggiare nel garage sotterraneo di piazza Diaz o sulle strisce blu nelle vie adiacenti. Inoltre sono presenti tre posti auto riservati alle persone con disabilità munite di pass in via Pecorari, in piazza Diaz e in piazza Fontana.

Sono disponibili audio-cuffie e radio-cuffie per le visite guidate. È possibile usufruire di due carrozzine manuali.

L’accesso alle sale, ubicato sulla destra dell’androne d’ingresso, presenta una rampa inclinata (pendenza 5%) e una porta a due battenti (144 cm). Nell’atrio a piano terra si trovano: una biglietteria (bancone h 120 cm) e il guardaroba (bancone 100 cm). Al primo piano si trovano: una biglietteria (bancone h 120 cm) e il bookshop (bancone 90 cm).

Le mostre a piano terra generalmente hanno un percorso circolare e le sale non presentano ostacoli per la mobilità interna. Per visitare le mostre situate al primo piano è necessario attraversare il cortile interno, pavimentato in ciottolato con camminamenti in lastricato, e salire lo “Scalone d’onore” del Piermarini (53 gradini h 14 cm, corrimano a destra). Le persone con disabilità possono utilizzare l’ascensore. Le sale al primo piano sono ampie e non presentano ostacoli alla mobilità; sono presenti diverse sedute (h 41 cm). L’ascensore che collega il piano terra al primo piano è situato nel cortile sulla destra dell’androne d’ingresso si raggiunge superando una rampa inclinata (pendenza 14%)

Per informazioni: www.palazzorealemilano.it/wps/portal/luogo/palazzoreale

 

Sempre a Milano, il Mudec – Museo delle Culture dedica una mostra al pittore russo Wassily Kandinsky che torna a Milano con un percorso nuovo e originale che accompagnerà il visitatore nel viaggio che conduce dal suo immaginario formativo fino alle opere astratte della maturità. (“Kandinsky, il Cavaliere errante", fino al 9 luglio).


Informazioni sull'accessibilità
Ingresso ridotto per le persone con disabilità e gratuito per i loro accompagnatori. Sono disponibili audioguide.
Il Museo dispone di un ampio garage (179 posti auto) situato su due piani (-1 e -2) serviti da un ascensore (porta 90 cm); 10 posti auto sono riservati alle persone con disabilità munite di pass disabili. E’ possibile inoltre parcheggiare nelle immediate vicinanze sulle strisce blu.

L’ingresso principale presenta una soglia (h 3 cm) e tre doppie porte a battente consecutive (210 cm). La struttura si sviluppa su tre piani collegati da due ascensori (porta 90 cm; cabina 150 x 133 cm, pulsantiera a rilievo e segnale acustico di arrivo al piano).
A piano terra si trovano: la biglietteria (bancone h 121 cm), il guardaroba (bancone h 93 cm), il bistrot, il design store, la sala “Forum delle Culture”, uno spazio polifunzionale, uno spazio per la didattica, il laboratorio di restauro, altre aree allestite per essere visitate da piccoli gruppi accompagnati e il Mudec Junior, uno spazio dedicato ai bambini, dove ci si propone di avvicinare anche i più piccoli alle diverse culture del mondo attraverso attività ludiche, postazioni multimediali e laboratori manuali. Il Mudec Junior presenta porta a due battente (260 cm), tavoli rotondi a quattro gambe (spazio libero sottostante h 68 cm), cuscinoni e sgabelli.
Il bistrot, che si trova a piano terra alla sinistra dell’ingresso principale, dispone di un’ampia sala (100 coperti) con splendidi fiori sulle pareti, arredata con tavoli quadrati a pianta centrale (spazio libero sottostante h 67 cm). Il Design Store (bancone h 96 cm), presenta porta a due battenti (232 cm).

Sempre a piano terra, di fronte al guardaroba, si trova un servizio igienico attrezzato per le persone con disabilità. Il bagno ha porta di 83 cm, lavabo sospeso (spazio frontale 80 cm), wc a pavimento (spazio frontale 107 cm, laterale destro 121 cm, laterale sinistro 22 cm, maniglioni su entrambi i lati, doccetta sul lato sinistro del wc).
Al primo piano, intorno ad una grande piazza centrale coperta, si sviluppa l’area espositiva del museo che ospita la sezione con le opere della collezione permanente e le sale (porte a due battenti di 200 cm) dedicate alle grandi mostre temporanee.
Al primo piano è presente un book-shop (bancone h 100 cm, porta a due battenti 198 cm) che viene aperto solo in occasione di alcune mostre.
Completa lo spazio espositivo l’auditorium con 300 posti (porta a due battenti di 224 cm). Al secondo piano si trovano i servizi igienici, di cui quello attrezzato per persone con disabilità, presenta porta 87 cm, wc a pavimento (spazio frontale 142 cm, spazio laterale destro 32 cm, spazio laterale sinistro 115 cm, maniglioni su entrambi i lati, doccetta sul lato destro wc).


Il ristorante “Mudec Restaurant”, situato al terzo piano, dispone di un’elegante sala (90 coperti) che domina l’area ex Ansaldo offrendo sguardi inediti sul Mudec; la sala è arredata con tavoli quadrati a pianta centrale (spazio libero sottostante 71 cm) e cassa (h 117 cm). il ristorante propone piatti delle cucina internazionale e mediterranea. Su richiesta menù specifici per vegani, vegetariani e intolleranti.

Per informazioni: www.mudec.it

 

Da Tirano il Trenino Rosso


C’è poi un mezzo di trasporto antico – ma al tempo stesso moderno e confortevole – che permette di andare alla scoperta dei panorami lombardi in tutta sicurezza: il treno. Celebre per il suo colore rosso fiamma, il “Bernina Express”, è un treno diretto della compagnia ferroviaria svizzera Ferrovia Retica che collega Tirano, Saint Moritz e Coira. Un itinerario di notevole interesse paesaggistico (rientra tra i patrimoni Unesco) che permette di ammirare splendide foreste, laghi e ghiacciai comodamente seduti. Le speciali carrozze panoramiche, permettono di osservare il panorama in tutto il suo splendore.

Il viaggio sul “Bernina Express” non presenta particolari difficoltà per le persone con disabilità motoria o a ridotta mobilità. A Tirano, dove l’ingresso alla ferrovia è su un unico piano d’accesso, è possibile sostare con l’auto nella piazza della stazione per raggiungere facilmente con la carrozzina la biglietteria. Anche il sottopassaggio pedonale è accessibile a chi si sposta in carrozzina, grazie a uno scivolo apposito. La stazione di Saint Moritz invece è su più livelli, ma attrezzata con appositi monta-scale e ascensori. Giunti al binario, c’è un sottopasso pedonale con scivolo che da accesso sia al piazzale della stazione sia al percorso ciclopedonale lungo il lago di Saint Moritz. Inoltre alcuni treni in servizio sono forniti di carrozza “BD” dotate di porte esterne e laterali più larghe. Non sono previsti sconti per passeggeri disabili e loro accompagnatori nell’acquisto del biglietto.


Per informazioni sulle condizioni di viaggio per le persone con disabilità: www.trenino-rosso-bernina.it/informazioni-per-disabili.html

15/11/2017