Web Content Viewer (JSR 286) 15min

Azioni
Caricamento...
mani che leggono un testo in braille

Assistenza alla comunicazione, dal 15 aprile è possibile presentare le domande

Dal 15 aprile 2021 gli studenti con disabilità sensoriale possono presentare domanda per accedere agli interventi di assistenza alla comunicazione. È questo il termine fissato dal Bando per l’attivazione del servizio di inclusione scolastica per studenti con disabilità sensoriale (approvato il 17 marzo 2021, decreto n° 3669) rivolto agli alunni e studenti che frequentano gli istituti di ogni ordine e grado e la formazione professionale nell'anno scolastico 2021/2022.


Destinatari di questa misura sono

a. studenti con disabilità visiva, e precisamente

  • persone affette da cecità assoluta (art. 2, legge 138/2001); 
  • persone affette da cecità parziale (art. 3, legge 138/2001); 
  • persone ipovedenti gravi (art. 4, legge 138/2001); 
  • persone ipovedenti medio-grave (art. 5, legge 138/2001); 
  • persone affette da cecità assoluta o parziale o ipovisione grave, con disabilità plurime; 

b. studenti sordi, quali nello specifico: 

  • persone affette da sordità congenita o acquisita durante l'età evolutiva che abbia compromesso il normale apprendimento del linguaggio parlato, purché la sordità non sia di natura esclusivamente psichica o dipendente da causa di guerra, di lavoro o di servizio (Rif. Legge 26 maggio 1970, n. 381 art. 1); 
  • persone affette da ipoacusia con perdita uditiva superiore a 60 dB da entrambe le orecchie (Decreto del Ministro della Sanità - 5 febbraio 1992), pur corretta da protesi acustica. 

Sono definiti disabili sensoriali con pluridisabilità ai fini dell’accesso ai servizi di supporto all’inclusione scolastica, gli studenti che presentano doppia disabilità sensoriale o copresenza di una disabilità sensoriale con altra tipologia di disabilità. 

A tal proposito si specifica che la pluridisabilità si deve evincere dal Verbale del collegio di accertamento per l'individuazione dell'alunno disabile, ai sensi del D.P.C.M. n. 185/2006, della D.G.R n. 3449/2006, integrata dalla DGR n. 2185 del 4.08.2011. 

Presentazione della domanda 
La domanda per l'attivazione del servizio di supporto di inclusione scolastica per gli studenti con disabilità sensoriale deve essere presentata esclusivamente online dal 15 aprile 2021, previa autenticazione al servizio, da uno dei genitori o da chi rappresenta lo studente minore o dallo studente stesso, se maggiorenne. 

Per accedere occorre autenticarsi con la tessera sanitaria CRS/TS- CNS (Carta Nazionale dei Servizi) oppure con la CIE (Carta Identità Elettronica) e con lo SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale).

Per la presentazione della domanda occorre: 

  • documentazione sanitaria attestante la disabilità sensoriale, 
  • informativa privacy (presa visione), 
  • diagnosi funzionale nella quale sia esplicitata la necessità di assistenza per la comunicazione,
  • verbale del collegio di accertamento per l’individuazione dello studente disabile ai sensi del DPCM 185/2006, della Dgr n.3449/2006, integrata dalla Dgr 2185/2011, 
  • copia del documento di identità di colui che presenta la domanda.

Per gli studenti che hanno beneficiato del servizio di inclusione scolastica nel corso dell’Anno Scolastico 2020/2021 è possibile inoltrare una domanda in prosecuzione rinnovando la domanda già presente (a.s. 2020/2021) al fine di inviare una richiesta per l’alunno con disabilità sensoriale valida per l’anno scolastico 2021/2022. 

Nel caso di domanda in prosecuzione il sistema alimenterà in modo automatico l'interfaccia con i dati necessari, fermo restando in ogni caso la possibilità di una loro modifica/integrazione da parte della famiglia. L'ATS procederà alla verifica e validazione dei dati inseriti dalla famiglia nella piattaforma regionale. Una volta concluso l'iter, il sistema invia una comunicazione alla famiglia che la invita alla scelta dell'Ente Erogatore, e al Comune in ordine alla continuità della presa in carico senza necessità di ulteriori adempimenti. Al Comune sarà data sempre la possibilità di consultare i dati e i documenti validati da ATS. 

Nel caso di nuova domanda, una volta perfezionata, il Comune procederà alla verifica e validazione dei dati inseriti dalla famiglia nella piattaforma regionale. Concluso l'iter da parte del Comune, il sistema genera una e-mail con la quale viene comunicata alla famiglia l'avvenuta validazione e la domanda verrà inoltrata dal sistema all'ATS. 

Nei casi in cui è intervenuto un cambio del comune di residenza, oppure la domanda viene presentata da un soggetto diverso rispetto all’anno precedente, deve essere gestita come nuova domanda. 

Per informazioni relative all’ente erogatore del servizio la famiglia deve rivolgersi direttamente all’ATS di riferimento territoriale (vedi allegato).

Elenco referenti e contatti ATS

Documento PDF - 114 KB

16/04/2021