Web Content Viewer (JSR 286) 15min

Azioni
Caricamento...

LIS

Con la legge regionale n.20 “Disposizioni per l'inclusione sociale, la rimozione delle barriere alla comunicazione e il riconoscimento e la promozione della lingua dei segni italiana e della lingua dei segni italiana tattile” Regione Lombardia ha avviato un percorso per la promozione dell'inclusione e dell'integrazione sociale a sostegno delle persone con disabilità uditiva, sordocieche o con deficit di comunicazione come nei disturbi generalizzati dello sviluppo e delle loro famiglie mediante il riconoscimento della lingua dei segni italiana (LIS) e della lingua dei segni italiana tattile (LIS tattile), nonché la prevenzione e la cura del deficit uditivo e la diffusione di ogni altra tecnologia volta a favorire un ambiente accessibile nelle famiglie, nella scuola, nella comunità e nella rete dei servizi.

La prima fase attuativa della legge ha coinvolto le Aziende Territoriali Sociali (ATS) della Lombardia  per l'implementazione di azioni di accoglienza medica per persone sorde, sordocieche o con disabilità uditiva. Le Strutture sanitarie interessate dal percorso organizzativo sono: Pronto Soccorso/Emergenza, Ufficio Relazioni con il Pubblico,  CUP (prenotazioni visite ed esami) e servizio di interpretariato, con diverse modalità organizzative (in presenza, su richiesta, con videochiamata, servizio oggi previsto presso buona parte delle Ats.

Al fine di stendere maggiormente il servizio presso tutte le ATS del territorio ed aumentare la capacità di ascolto e di accoglienza, con dgr 2182 del 30/09/2019, la Giunta regionale ha stanziato € 160.000,00 per l’annualità 2019/2020 per promuovere la comunicazione l’informazione a favore delle persone con disabilità mediante servizi di videointerpretariato a distanza o azioni finalizzate alla formazione di interpreti nella Lingua dei Segni Italiana.

Sportello SpazioDisabilità 

Il servizio video chat LIS abbatte le barriere della comunicazione utilizzando le tecnologie più avanzate. Attraverso la video-chat, le persone sorde segnati possono comunicare senza alcuna difficoltà con gli operatori del servizio  SpazioDisabilità  grazie alla mediazione comunicativa a distanza di un interprete in Lingua dei Segni.

Legge Regionale 5 agosto 2016, n. 20

Documento PDF - 10 KB

DGR 2182 del 30 settembre 2019

Documento PDF - 141 KB

09/10/2019